Video - il Palio di Cesena e la sua Giostra d'Incontro storica

Palio di Cesena
Vai ai contenuti
"Più volte, nei tempi antichi e nei moderni, questo spasso marziale eccitò l’estro dei poeti; nel 1558, un notaio cesenate, Niccolò Taipi, vi consacrò un intero poema, che si conserva inedito nel Vaticano; nel 1838 gli dedicò sonanti versi sciolti la classica musa di Cesare Montalti. Ma quando non s’avevano poeti di quel grido, si ricorreva a rimatori da strapazzo, che, per pochi soldi, schiccheravano sonetti precedentemente preparati e adattabili, con poche varianti, a qualunque fosse il vincitore”.
Il Cittadino, 14 giugno 1903
La famosa Giostra all’Incontro è stata una peculiarità di Cesena per secoli, esattamente dal 1465 al 1838, ultima città al mondo a preservare intatta quella gloriosa tradizione medievale.
Il torneo era preceduto da un corteo storico o tematico, e poi, nella splendida cornice di Piazza del Popolo, i cavalieri in armatura e lancia si scontravano cercando di abbattersi.
A volte le loro imprese erano celebrate in poemetti e rime da quelli che Nazzareno Trovanelli sul Cittadino definiva “schiccheratori da strapazzo”.
A ognuno il suo tempo.
A voi questa galleria di saluti, moderne rime di festa e augurio a una delle più antiche tradizioni cittadine.

E se ne avete l’estro e l’ironia, mandateci all'e-mail info@paliodicesena.it, le vostre “schiccherate” più o meno da strapazzo, le aggiungeremo alla catena che dal 1465 è giunta a noi.

Un grazie di cuore a tutti gli amici che hanno accettato di partecipare a questa galleria con ironia e allegria.
Torna ai contenuti